.
Annunci online

lucianoconsoli

lucianoconsoli

Fisichella sulla mujer brasilera



Qualche giorno fa avevo scritto a proposito della ragazzina brasliana di 14 anni violentata dal patrigno e costretta ad abortire due gemelli. Il Vescovo di Olindo aveva lanciato la scomunica non al violentatore ma al medico. Il fatto aveva fatto abbastanza scalpore.

Ho già raccontato come provi una profonda stima per Mons. Rino Fisichella e questa volta i fatti mi danno ragione. Oggi infatti L'Osservatore Romano pubblica un intervento di Fisichella sulla vicenda brasiliana. Eccone alcuni passaggi fondamentali:

 "La bambina  «doveva essere in primo luogo difesa» e «prima di pensare alla scomunica  era necessario e urgente salvaguardare la sua vita innocente e riportarla a un livello di umanità di cui noi uomini di Chiesa dovremmo essere esperti annunciatori e maestri». «Così non è stato  e, purtroppo, ne risente la credibilità del nostro insegnamento che appare agli occhi di tanti come insensibile, incomprensibile e privo di misericordia. Vero che Carmen portava dentro di sè altre vite innocenti come la sua, anche se frutto della violenza, e sono state soppresse; ciò, tuttavia non basta per dare un giudizio che pesa come una mannaia".

Caro Rino,
sapevo che un uomo del tuo spessore non avrebbe potuto approvare un simile scempio. Sono lieto di non aver riposto male le mie aspettative.

pubblicato da lucianoconsoli il 15/3/2009 alle 18:57
permalink      Versione per la stampastampa      Leggi i commenti e commenta questo post commenti (0)
del.icio.us   technorati   oknotizie  facebook
tags: fisichella aborto brasile stupro chiesa

Mujer brasilera

Mettiamola così: sono una donna di circa trenta anni, vivo in una favela ai margini di Rio de Janeiro, ho un matrimonio fallito dietro le spalle e due figlie, una di nove e l'altra di 14 anni. La più grande ha un ritardo mentale che la rende dipendente dagli altri per tutta la vita. Sono ancora giovane anche se la povertà e le due gravidanze hanno segnato il mio corpo. Vivere come "soltera" oltre che triste può anche essere pericoloso qui da noi. Avere un uomo al tuo fianco ti rende più sicura e accettabile. Così ho trovato un uomo, più giovane di me, ha appena 22 anni, a cui piaccio e che ha deciso di vivere al mio fianco nonostante le due bambine. Lui in realtà non fa molto per noi, non ci mantiene, non porta soldi a casa, anzi a volte neanche ritorna la notte, ma comunque tutti sanno che c'è e i malintenzionati si tengono alla larga. Da due anni però le mie bambine sono strane, non amano restare sole con il patrigno e io comincio ad insospettirmi. Da qualche mese poi alla piccola si sta gonfiando la pancia. Le ho dato tutto quello che potevo contro i vermi; sapete qui con l'acqua che beviamo a volte ci nascono nello stomaco strani animaletti che si fanno casa e ci fanno gonfiare come pelotas. Ma non c'è stato niente da fare e allora ho dovuto portarla dal dottore. Hanno scoperto che era incinta e tutti i miei sospetti sono diventati realtà. Quel farabutto per due anni aveva abusato delle mie due bambine, anche della grande che poverina è anche ritardata. L'ho cacciato di casa e l'ho denunciato e per fortuna la polizia lo ha arrestato e spero che buttino la chiave della sua cella. Ma la piccola stava male, ha nove anni e i dottori hanno addirittura detto che può morire, perchè è incinta di due gemelli. Ci pensate a 9 anni,  è alta 1 metro e 36 centimetri e pesa appena 33 chili. Una emorragia non gliela toglie nessuno se porta avanti la gravidanza e potrebbe morire lei e i suoi due gemelli. Qui da noi l'aborto è illegale ma gli assistenti sociali mi hanno spiegato che in caso di stupro o pericolo per la donna il giudice può autorizzarlo. E cosi lo abbiamo fatto. Adesso siamo tornate tutte a casa, le vicine ci stanno aiutando, e la mia piccola sta bene ed è tornata a giocare con l'orsacchiotto di peluche e con la sua bambola preferita. Ma ho saputo che i medici che ci hanno aiutato sono stati scomunicati dall'Arcivescovo di Recife e Olindo. Mi dispiace, veramente, e non capisco. Sinceramente pensavo che la Chiesa avrebbe dovuto scomunicare quel farabutto che ha violentato le mie bambine e invece mi hanno risposto che a lui ci penserà la giustizia brasiliana e che non c'è crimine peggiore dell'aborto. Insomma violentare è meno grave di evitare che mia figlia morisse dissanguata? Sono ignorante e lascio ad altri decidere, ma non credo che tornerò in Chiesa. Pregheremo il nostro Dio nella nostra casa e sono certa che lui capirà.

Domani è l'8 marzo, festa della donna. Auguri, siete sempre la speranza di un mondo migliore.

pubblicato da lucianoconsoli il 7/3/2009 alle 12:15
permalink      Versione per la stampastampa      Leggi i commenti e commenta questo post commenti (0)
del.icio.us   technorati   oknotizie  facebook
tags: aborto violenza 8 marzo brasile donna
Sfoglia febbraio        aprile
lucianoconsoli

Creative Commons License
Le foto dell'autore presenti in questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons che ne impedisce l'utilizzo per fini commerciali.

Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Feed ATOM di questo blog


Ultimi commenti
3/15/2014 4:54:46 PM
un ricordo e un consiglio - Buenas días.Mi nombre es Carlos Ignacio Zenteno Corona y le escribo de la productora Quetzal Films, ...
5/12/2011 9:24:21 AM
giù le mani da Real de Catorce - caro signor Consoli,mi perdoni se le scrivo qui ma non ho trovato un suo indirizzo mail. sono un ...
5/4/2011 7:38:05 PM
Bin Laden "terminato" - Buongiorno, chiedo scusa per l'intromissione e per l'OT, ma vorrei fare una domanda: potrebbe ...
1/20/2011 1:44:00 PM
Cuba: rimossi due ministri per "errori e deficienze" - ciao cugino..sono Claudio..un abbraccio e buon compleanno..e viva Nonno Peppe
12/6/2010 4:34:15 AM
Altro che bottegai. - The indices and rim of the stop replica watches abnormal punch - at the six o'clock position - are ...
In onda su RED

www.redtv.it
Cerca
Calendario