.
Annunci online

lucianoconsoli

lucianoconsoli

Brasile: legalizzati gli immigrati

Il Presidente Inacio Lula da Silva, esattamente nello stesso giorno in cui da noi passava la legge liberticida per gli immigranti, firmava una legge che legalizza almeno 50.000 immigranti stranieri, principalmente cinesi e sud americani, concedendo loro gli stessi diritti e doveri dei brasiliani.

Lula ha detto che la nuova legge vuole essere uno stimolo alla integrazione regionale e converte il Brasile in un esempio per le Nazioni industrializzate che invece stanno chiudendo le porte agli stranieri. 

La nuova legge stabilisce che gli stranieri che siano entrati in Brasile prima del 1 febbraio di questo anno e siano in regola con i documenti migratori, potranno chiedere la residenza provvisoria per due anni. Tre mesi prima della scadenza di questo periodo potranno chiedere la residenza permanente.

"La misura che stiamo adottando oggi darà agli immigrati gli stessi diritti e doveri previsti dalla Costituzione per i cittadini Brasiliani, con l'esclusione del diritto ad essere candidati nelle competizioni elettorali" ha detto Lula in una cerimonia presso il Ministero di Giustizia. " Garanzie di libertà di circolazione , pieno accesso al lavoro retribuito, educazione, salute e giustizia".  

Il governo brasiliano calcola in almeno 50.000 i beneficiari della legge, anche se le organizzazioni non governative calcolano in almeno 200.000 i non documentati che verranno regolarizzati. 

Lula criticó fermamente i Paesi ricchi che adottano politiche migratorie di espulsione degli immigranti, come quelli dell'Europa, e ha preannunciato che nel prossimo G8 che si riunirà in Italia farà presente questa anomalia.

"Consideriamo ingiusta la politica migratoria adottata recentemente da alcuni Paesi ricchi, che prevedono addirittura il rimpatrio degli immigranti. Per noi la repressione, la discriminazione e la intolleranza non aiutano la risoluzione del problema".

Il ministro della Giustizia, Tarso Genro, è stato più esplicito, segnalando che "in vari Paesi europei siamo alla preistoria della democrazia, criminalizzando la semplice presenza degli immigranti mentre i capitali possono circolare senza nessuna frontiera".

 La domanda è sempre la stessa: perché mi debbo vergognare di essere italiano?

pubblicato da lucianoconsoli il 3/7/2009 alle 3:45
permalink      Versione per la stampastampa      Leggi i commenti e commenta questo post commenti (1)
del.icio.us   technorati   oknotizie  facebook
tags: immigrati brasile lula da silva
Sfoglia giugno        agosto
lucianoconsoli

Creative Commons License
Le foto dell'autore presenti in questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons che ne impedisce l'utilizzo per fini commerciali.

Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Feed ATOM di questo blog


Ultimi commenti
3/15/2014 4:54:46 PM
un ricordo e un consiglio - Buenas días.Mi nombre es Carlos Ignacio Zenteno Corona y le escribo de la productora Quetzal Films, ...
5/12/2011 9:24:21 AM
giù le mani da Real de Catorce - caro signor Consoli,mi perdoni se le scrivo qui ma non ho trovato un suo indirizzo mail. sono un ...
5/4/2011 7:38:05 PM
Bin Laden "terminato" - Buongiorno, chiedo scusa per l'intromissione e per l'OT, ma vorrei fare una domanda: potrebbe ...
1/20/2011 1:44:00 PM
Cuba: rimossi due ministri per "errori e deficienze" - ciao cugino..sono Claudio..un abbraccio e buon compleanno..e viva Nonno Peppe
12/6/2010 4:34:15 AM
Altro che bottegai. - The indices and rim of the stop replica watches abnormal punch - at the six o'clock position - are ...
In onda su RED

www.redtv.it
Cerca
Calendario