Blog: http://lucianoconsoli.ilcannocchiale.it

Una manciata di azioni

Il nostro premier ha oggi dichiarato che la crisi esiste ( bene, è un primo passo, visto che pensavamo che ci stessimo inventando tutto) ma... "è vissuta sui media in maniera più drammatica di quella che è", basti pensare, ha aggiunto il nostro, "al calo delle borse che è dovuto a una manciata di azioni". Diavolo di un premier, quindi è tutta suggestione, panico collettivo, illusionismo dei media. Debbo assolutamente rintracciare quella anziana signora che ieri in banca, proprio davanti a me e ad un'altra decina di clienti, ha versato lacrime vere alla notizia che il suo piccolo gruzzolo di azioni Telecom, Terna, Enel e Alitalia che mesi fa valevano 35.000 euro ne valevano meno di 12.000. E quando ha chiesto al funzionario di banca che la stava attendendo di vendere tutto, almeno non avrebbe più pagato il mensile per la gestione del pacchetto azionario si è sentita rispondere: Cara Signora, lo farei volentieri ma non c'è nessuno che compra, neanche a questi prezzi, le conviene aspettare. Tra le lacrime (sempre vere e non immaginarie o indotte dai media) l'anziana risparmiatrice ha finalmente cominciato a sfogarsi, urlando al povero malcapitato dietro lo sportello che era colpa sua, che non ultimo nel luglio scorso gli aveva consigliato quei titoli e che adesso o li comprava lui a quel prezzo o l'avrebbe denunciato. Non so come è finita la storia perché è intervenuto il direttore della filiale che si è trascinato l'anziana inviperita nel suo ufficio. Adesso la debbo assolutamente rintracciare per spiegarle che non c'è niente di cui preoccuparsi, è solo una manciata di azioni e siamo tutti in preda ad un gioco illusionistico di questi maledetti giornalisti. Ma spero che nel frattempo il direttore le abbia venduto le azioni a 12.000 euro.

Pubblicato il 6/3/2009 alle 16.25 nella rubrica Povera Italia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web