Blog: http://lucianoconsoli.ilcannocchiale.it

Cuba Libre... da Minà.






L'altro giorno avevo ripreso un post di Omero Ciai su Cuba e la visione che ne ha il prode Gianni Minà. Oggi lascio la parola alla diretta interessata, Yoani Sanchez, che sul suo blog si rivolge direttamente al prode. Potete leggere tutto a questo indirizzo. Io ne riporto solo una parte che ho tradotto rapidamente. Scrive Yoani:


 Mi piacerebbe suggerirgli ( a Minà ndr) un paio di domande per un nuovo incontro tra LUI e Fidel Castro che non succederà probabilmente mai. Lei indaghi signore Minà - lei che può parlare con LUI - perché non decreta un'amnistia per Adolfo Fernández Saínz ed i suoi colleghi che già da più di sei anni sono in prigione per delitti di opinione. Annoti nella sua agenda, per favore, i dubbi che ha la mia vicina sul fatto che suo fratello metta piede a Cuba, dopo avere "disertato" all'estero per partecipare ad un congresso. Gli trasmetta la domanda di mio figlio Teo che non capisce che per studiare nel livello superiore debba compiere una serie di requisiti ideologici. 
 
Se lei può avvicinarsi a LUI - più di quello che chiunque di noi riuscirebbe - gli chieda che lasci a questi "sconosciuti" cittadini la possibilità di dassociarsi, fondare un giornale, creare una stazione radiofonica, postulare un presidente o godere di quello diritto - che lei esercita a pienezza - di scrivere pubblicamente opinioni molto differenti a quelle del governo del suo paese. Le assicuro che quell'intervista - quella che lei non farà mai - sarà un bestseller in questa Isola. 

Mi chiedo sinceramente come possa una persona intelligente come Gianni Minà continuare a non prendere atto dell'evidenza.

Pubblicato il 10/5/2009 alle 9.9 nella rubrica Mi casa es tu casa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web