Blog: http://lucianoconsoli.ilcannocchiale.it

a Tegucigalpa si mette male

Il governo di Roberto Micheletti non ha gradito l'ingresso del deposto Presidente Zelaya nel paese ma sembra che ancor di più sia indispettito dall'accoglienza che l'ambasciata del Brasile nella capitale Honduregna sta offrendo a Zelaya. Poche ore fa sono state interrotte le forniture di acqua e luce all'ambasciata brasiliana. Questo è un chiaro segno di ostilità che non promette nulla di buono. Il portavoce di Obama è comparso di fronte alla stampa per richiamare le parti al dialogo ma rispondendo ad una precisa domanda ha affermato che stanno studiando tutte le forme per aiutare il Brasile e la sua ambasciata a Tegucigalpa a ristabilire le normali condizioni di vita. Per ora i gruppi elettroggeni e le riserve di acqua assicurano al personale dell'ambasciata normali condizioni di vita ma con il passare delle ore ,se le forniture non verranno ristabilite, la situazione comincerà ad aggravarsi e di certo il Brasile e gli Stati Uniti non resteranno con le mani in mano. Tutta la diplomazia è al lavoro ma in molti soffiano sul fuoco. 

Pubblicato il 23/9/2009 alle 0.28 nella rubrica Mi casa es tu casa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web