Blog: http://lucianoconsoli.ilcannocchiale.it

Bin Laden "terminato"

Ieri la notizia della morte di un figlio di Gheddafi e di tre suoi figli sotto le bombe della Nato a tripoli, Questa mattina Bin Laden "terminato" nel suo rifugio a 70 kilometri da Islamabad in Pakistan. Scene di giubilo nelle piazze, a Bengasi, Misurata, New York e Washington. Vedendo le immagini di quelle manifestazioni ho provato un senso di imbarazzo e fastidio. Gioire per la morte dell'assassino dei tuoi familiari, dei tuoi amici, è un sentimento comprensibile ma dal mio punto di vista inaccettabile. Rappresenta la sconfitta della democrazia. La nostra forza, la nostra diversità, come democrazie, sta proprio nel fatto che riusciamo ad assicurare anche ai nostri più acerrimi nemici, un giusto processo. Cedere alla vendetta, all'occhio per occhio, dente per dente è una regressione, un cedimento ai nostri valori. Dimostriamo di essere più forti militarmente forse, ma la democrazia vincerà solo quando dimostrerà la sua forza morale, la fermezza nei suoi principi di giustizia. Ma forse sono solo un idealista. 

Pubblicato il 2/5/2011 alle 10.6 nella rubrica Arabesque.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web